Come scegliere la catena giusta per la propria Mountain Bike

La scelta della catena della propria Mountain Bike non è banale. Due sono gli aspetti da approfondire: le diverse velocità (9, 10, 11 e 12) e le diverse guarniture (triple, doppie (compact) e singole). Gli appassionati alle prime armi potrebbero trovarsi in difficoltà e rischiano di commettere molti errori. Con questo articolo cerchiamo di fare chiarezza, cercando di spiegare le differenze tra le varie tipologie di componenti. Come sempre la scelta giusta dovrà essere fatta basandosi sui percorsi che avrete intenzione di affrontare con la vostra Mountain Bike.

Iniziamo dalle diverse velocità. Che cosa vuol dire 9 velocità piuttosto che 11 velocità?

La caratteristica principale di una catena è la sua larghezza. Più sarà alto il numero di velocità, più la catena sarà stretta. Il motivo è dovuto al fatto che più aumenta il numero di pignoni, più questi saranno sottili e vicini tra loro. Nel momento in cui dovrete scegliere la catena quindi preoccupatevi principalmente del numero di pignoni, ignorando il numero di corone e la lunghezza del cambio. I pignini sono chiamati anche pacco pignoni e questo oggi decreta, assieme al numero di corone, le velocità della bici. Se ad esempio ho 3 corone e un pacco pignoni da 10 avrò il così detto 3×10, 30 velocità.

Per quanto riguarda la guarnitura abbiamo tre alternative. La doppia è quella tradizionale (che ha sostituito la tripla, che fino a pochi anni fa era lo standard). Un tempo esistevano guarniture solo di questo tipo. Con il passare degli anni sono state introdotte due nuovi tipi di guarniture: la tripla e la compacted infine oggi la singola. La tripla, oggi non si usa quasi più, era consigliata per chi viaggia e per tutti quei biker che hanno intenzione di affrontare percorsi molto impegnativi. Lo svantaggio è che per passare da una doppia ad una tripla è un’impresa molto impegnativa, in quanto vanno sostituiti diversi pezzi, oltre ovviamente alla guarnitura. Una possibile alternativa alla tripla è la cosiddetta compact, grazie alla quale si riescono ad ottenere un numero di rapporti ottenibile solo con una tripla, ma avendo allo stesso tempo un risparmio in termini di peso.

Oggi anche la doppia sta andando in disuso e la singola, anche detta mono corona la sta facendo da padrona, vediamo perchè:
– diminuzione del peso, una sola corona pesa meno delle 2 o 3.
– eliminazione del deragliatore anteriore e del manettino, risparmio di peso e denaro
– sul posteriore gli 11 o i 12 rapporti sul pacco pignoni, si dice che offrano un buon rapporto in tutte le situazioni.